Lettori e amici del blog Datalytics, benvenuti alla rubrica dedicata a trucchi, segreti e strategie del Social Media Marketing. Abbiamo scelto l’hashtag #SMMTIPS proprio per esplicitare l’obiettivo di svelare consigli pratici (e speriamo utili) per tutti i professionisti del marketing digitale. Una serie di guide settimanali pensate per chi ha degli obiettivi specifici da raggiungere e vuole capire quale strategia potrebbe risultare davvero vincente. 

La scorsa settimana vi abbiamo parlato di un target spesso dimenticato dalle campagne di marketing che nasconde un potenziale immenso: i baby boomers. Oggi trattiamo insieme di TikTok, la piattaforma social diventata uno dei maggiori marketplace per attrarre la nuova generazione.

Perché TikTok come piattaforma di social commerce?

L’unicità di TikTok è che la voce della persona comune non è soffocata da celebrità e grandi brand con ampi portafogli.

Ogni utente ha la stessa probabilità di vedere i contenuti di una persona comune con un amore genuino per un brand e di una celebrità che è stata pagata per promuovere un prodotto. TikTok porta contenuti da entrambi i lati: le sponsorizzazioni (pagate o non pagate) sia da celebrità che da “persone reali“.

Gli influencer di TikTok detengono un tale potere che centinaia di migliaia di customer vogliono sapere dove è possibile acquistare tutto nei loro video, dalla felpa che indossano all’arredamento di casa sullo sfondo. E il grande vincitore qui è Amazon. Gli influencer creano le proprie vetrine su Amazon, che fungono da negozio per tutto ciò che gli utenti hanno visto indossare o usare. La semplicità di acquisto è incredibile.

La Gen Z e il social commerce

Tuttavia la generazione Z comprende la potenzialità del social e l’importanza di sostenere piccoli brand, quindi indossa marche meno conosciute e supporta i futuri imprenditori. C’è ovviamente un enorme divario nel mercato per catturare tutti i brand non elencati su Amazon e aiutare queste aziende più piccole a raggiungere il loro pubblico di destinazione una volta che sono state presentate.

Il modo più efficace per raggiungere tale scopo è attraverso Instagram, dove ci sono account “Closet“. Gli account Closet mostrano l’intero guardaroba di una celebrità o di un influencer. Fanno tutto il lavoro nel trovare questi marchi meno conosciuti che non sono ancora decollati.

In questo momento, il mix di social commerce della generazione Z è un percorso composto da: scoprire attraverso i post di influencer su TikTok, acquistare gli articoli più tradizionali dai negozi Amazon e utilizzare gli account di Instagram Closet per trovare gli articoli meno conosciuti.

TikTok x Shopify

Alla fine di ottobre, TikTok ha annunciato una partnership unica nel suo genere con la piattaforma di e-commerce Shopify. Lo scopo è di rendere più facile per gli oltre 1 milione di commercianti di Shopify raggiungere il pubblico più giovane di TikTok e aumentare le vendite.

@srkvanl

#art #artontiktok #fyyyyyppppp #BeUnited #fyp #artistomg

♬ Emotional Piano Instrumental In E Minor – Tom Bailey Backing Tracks

I brand hanno la possibilità di aprirsi ad un target molto giovane (l’età media degli utenti di TikTok è tra i 16 e i 24 anni), ma devono comprendere le caratteristiche di tale target. L’acquisto non è impulsivo, non è dettato dal prezzo più basso o dalla moda del momento. La Gen Z lega le propria decisioni d’acquisto a fattori più profondi: l’autenticità, lo scopo del brand, i valori, la sostenibilità, l’inclusività

Inoltre, il metodo comunicativo è totalmente diverso da quello che siamo soliti vedere in altri social, lo stile narrativo è dinamico ed energico, i video sono brevi e di forte impatto. Lo approfondiremo più avanti in un altro articolo della rubrica.

Spero che tu abbia trovato interessante questo contenuto e ti invito a rimanere aggiornato per i prossimi consigli di #SMMTIPS!

Ottieni maggiori informazioni sulle nostre soluzioni di Customer Engagement e Data Visualization, scarica ora il Company Profile

‌‌

Grazie, tra poco potrai scaricare il company profile