Nel web marketing il conversion rate è la percentuale di visitatori unici che ha effettuato la specifica azione che l’inserzionista ha definito essere l’obiettivo della campagna. In poche parole, sono tutti quegli utenti che rispondono positivamente ad una call to action che può essere l’iscrizione alla newsletter, il completamento di un acquisto, il download di un e-book o la compilazione di un form. Abbiamo affrontato in precedenza l’analisi approfondita dei KPI importanti per un’azienda, oggi ci concentreremo sul CRO, perché è considerato uno dei migliori indicatori, come ottimizzare le conversioni e perché viene sopravvalutato.

Il conversion rate si calcola in maniera molto semplice. La formula da utilizzare è (numero di conversioni / visitatori unici) x 100. Saperlo calcolare è utile per comprendere l’andamento di una campagna di marketing e un alto tasso di conversione è indicativo di successo: significa che le persone rispondono bene a ciò che stai offrendo.

Ma è davvero un valore esaustivo?

Il Conversion Rate è uno degli indicatori più importanti?

Come il “Bounce rate”, il CRO si concentra sull’ultimo clic, ignorando il valore dei punti di contatto nella parte superiore del funnel. In questo modo si perde il quadro generale.

Si potrebbe finire ad inseguire un piccolo gruppo di visitatori che hanno maggiori probabilità di convertire immediatamente, di promuovere solo i prodotti scontati, o ancora di rimuovere le landing page che non raggiungono il target prefissato.

Ad esempio, raggiungere una crescita aziendale significativa e misurabile per via del miglioramento della customer experience, non è un obiettivo auspicabile?

Sono molti i business che si stanno concentrando sull’ottimizzazione dell’esperienza sulla piattaforma, Google stesso sta sviluppando il monitoraggio della privacy e il tracciamento senza cookie per agevolare la customer experience.

Osserva il quadro generale

Invece che concentrarsi solo sulla percentuale di CTA eseguite e sul miglioramento delle prestazioni di un solo segmento di traffico, elevare i principi dell’ottimizzazione delle conversioni ad un livello più ampio e allargare il funnel sono la chiave per migliorare il “journey” per un’audience più ampia.

Conversion rate CTA

Ci sono alcuni suggerimenti da seguire per avere una visione più ampia:

  • Strategia, non tattica. Invece di raccogliere il feedback dei clienti per generare un titolo convincente sulla pagina di destinazione, utilizza il feedback per guidare le decisioni strategiche (sviluppo del prodotto, proposta di valore, prezzi).
  • Qualità non quantità. Invece di eseguire test A/B con l’obiettivo di vendere più unità, eseguili per generare più profitti.
  • Acquisizione e conservazione. Invece di pensare che il viaggio si concluda al momento dell’acquisizione di un cliente, assicurati che gli insight vengano utilizzati per migliorare anche l’esperienza come cliente.

Tutte questi metodi menzionati sono applicabili a qualsiasi settore, modello di business o mercato.

Come raggiungere ottimi risultati?

Nonostante gli svantaggi legati ad una lettura delle percentuali senza comprenderne il significato, una conseguenza positiva del CRO è l’attenzione ai dati. Che si tratti di un piccolo business o un gruppo di aziende internazionali, per applicare qualsiasi strategia è necessario essere sicuri di leggere e comprendere bene i dati. Comprendere i dati del pubblico consente di ampliare il funnel, prendere decisioni basate sulla qualità, migliorare l’esperienza del customer journey, comprendere e soddisfare le esigenze e i bisogni dei clienti.

Conversion Rate monitoring Datalytics

Ora è quindi evidente quanto sia importante leggere e saper analizzare i dati, noi di Datalytics offriamo una soluzione semplice ed efficace Datalytics MONITORING . La nostra suite proprietaria ti offre una piattaforma self-service per monitorare in tempo reale e in maniera integrata gli elementi delle tue campagne di marketing in grado di impattare maggiormente sulla reputation del tuo brand.

Grazie all’integrazione delle fonti web e press, la Suite Datalytics Monitoring permette a brand ed agenzie di raccogliere in tempo reale milioni di menzioni e conversazioni da tutte le fonti social e online, di averne una visuale intuitiva e friendly dei dati, capace di agevolarne la lettura e la comprensione.

L’analisi non è mai stata così semplice!

Se ti è interessato l’articolo e vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità in tema di marketing, iscriviti alla news letter e visita il blog di Datalytics!

Ottieni maggiori informazioni sulle nostre soluzioni di Customer Engagement e Data Visualization, scarica ora il Company Profile

‌‌

Grazie, tra poco potrai scaricare il company profile