Lettori e amici del blog Datalytics, benvenuti a questa nuova rubrica dedicata a trucchi, segreti e strategie del Social Media Marketing. Abbiamo scelto l’hashtag #SMMTIPS proprio per esplicitare l’obiettivo di svelare consigli pratici (e speriamo utili) per tutti i professionisti del marketing digitale. Una serie di guide che pubblicheremo a cadenza mensile, non per forza pensate per chi è già super-esperto, ma per tutti quelli che si trovano davanti degli obiettivi specifici da raggiungere e vogliono capire quale strategia potrebbe risultare davvero vincente. Ad esempio, stai pianificando una campagna su Facebook ed il tuo obiettivo è aumentare le vendite sullo shop online? Vuoi capire meglio come funzionano certi meccanismi di Google Ads? Allora questo è il posto giusto per te. Iscriviti oggi alla nostra newsletter così da restare sempre aggiornato via email!

Chiunque abbia un account attivo sulle principali piattaforme social disponibili sul web avrà sicuramente notato come queste continuano a “scambiarsi idee” l’un l’altra. Un esempio tra tutti? Le storie rese popolari da Snapchat ormai 7 anni fa, adesso sono in prima linea sia su Instagram che Facebook e comincia a diffondersene l’utilizzo anche su LinkedIn, il social B2B per eccellenza. Nonostante il paradigma innovazione – imitazione – innovazione, c’è un social media che ormai da diversi anni si distingue tra tutti per trafficoengagement e avanguardia tecnologicaInstagram.

Cos’è che rende Instagram così popolare?

Sono 4 i motivi principali per cui Instagram continua ad essere sulla cresta dell’onda:

  1. Aggiornamento continuo – Instagram ha fatto molta strada da quando era una semplice app per condividere foto amatoriali. Le funzionalità sviluppate nell’ultimo decennio rendono la piattaforma un asset fondamentale in qualsiasi strategia di branding, sia per le aziende che per le persone fisiche. 
  2. Potenza della community – Se facebook ha puntato fin dall’inizio sul valore affettivo del ritrovare vecchi amici e parenti e Twitter si è lanciato come social opinionista della vita pubblica, la potenza di Instagram sta nell’essere un canale incentrato sulla connessione generale tra gli utenti. Basta seguire un hashtag per mettersi in contatto istantaneamente con un’intera community che parla – e scatta – del tuo stesso argomento. Questo ovviamente facilita il rapporto user-to-brand e brand-to-user, facendo leva sui temi di customer experience e engagement. 
  3. Niente è più immediato del visual – I contenuti offerti da Instagram sono quelli che hanno più impatto sulle persone perché vengono proposti in una modalità che – seppure diversificata nel formato (foto, video, illustrazioni, etc.) – riduce al minimo la componente verbale, almeno a primo impatto. Questo rende l’intero concept più dinamico e accattivante per qualsiasi target di utente.  
  4. La generazione Z – Il popolo di Instagram è mediamente più giovane rispetto a quelli di Facebook, Twitter e LinkedIn: parliamo di un target che va dai 18 ai 34 anni. Poiché le nuove generazioni sono quelle più difficili da raggiungere con la pubblicità tradizionale, qualsiasi brand con una buona strategia su questo canale mette a segno una garanzia di successo nel posizionamento su questo segmento.

Perché fare annunci su Instagram
In definitiva, i consumatori costruiscono gran parte della loro reputation nei confronti di un brand sulla base della sua attività sui social. Di conseguenza, tramite un’efficace strategia di branding su Instagram, un’azienda può concretamente fare leva sulla considerazione di una vastissima audience.

Perché investire nella pubblicità su Instagram?

Esiste un altro grande motivo per cui le aziende scelgono sempre di concentrare le loro strategie su Instagram: il valore della pubblicità su questa piattaforma è davvero straordinario. Quando si dice il gioco vale la candela, ecco, è proprio questo il caso. 

Le inserzioni su questo canale sono prima di tutto efficienti dal punto di vista economico: le opzioni tra cui scegliere sono varie e per ogni tasca e ti garantiscono reali possibilità di competere indipendentemente da quanto sia alto il tuo budget. Inoltre, gli annunci di Instagram sono strutturati come un’esperienza pubblicitaria senza interruzioni che ti permette di raggiungere altissimi livelli di engagement.

Per darti un riferimento concreto, il CPC (Cost per Clic) di Instagram oscilla tra i 0,16€ e 1,65€ e il CPM (Cost per Mille impressioni) è di circa 5,5€. Può sembrare abbastanza costoso, ma se si considera che il canale vanta uno dei migliori ROI della categoria, con un engagement rate dell’1,6% – rispetto allo 0,09% di Facebook – ecco che appare subito chiaro quanto sia conveniente. 

Come sponsorizzare i tuoi contenuti su Instagram: guida a due opzioni

La prima cosa che devi sapere è che hai a disposizione due modalità per avviare le tue sponsorizzazioni: direttamente dall’app di Instagram o tramite Business Manager. Vediamo passo passo come procedere con entrambe le piattaforme.

Gestire la pubblicità dei tuoi contenuti direttamente dalla piattaforma è sicuramente la via più semplice ed immediata. Ecco i 6 semplici step in cui consiste il procedimento di sponsorizzazione dall’app di Instagram:

  1. Assicurati che il tuo profilo sia configurato come account aziendale;
  2. Crea e condividi contenuti che valorizzino la tua brand image e il progetto che vuoi promuovere;
  3. Seleziona il pulsante Metti in evidenza proprio sotto alla grafica del tuo post;
  4. Ora ti troverai a selezionare dove reindirizzare la tua audience e potrai scegliere tra il tuo profilo (se vuoi puntare sull’awareness del brand ed espandere la user base), il tuo sito web (per aumentare le conversioni) e i tuoi messaggi diretti (per incoraggiare una conversazione user-brand);
  5. Il prossimo passo è definire il tuo pubblico, cioè scegliere il segmento di utenti a cui indirizzare l’annuncio. Puoi scegliere se lasciare che Instagram gestisca questo per te, targettizzando le persone più simili alla tua fan base, oppure creare manualmente il tuo pubblico di riferimento impostando i dati demografici che pensi siano più idonei;
  6. L’ultimo step è scegliere l’investimento che vuoi sostenere e la durata della campagna adv.

Puoi usare lo stesso procedimento anche per pubblicizzare le tue Instagram stories. Non sottovalutare questo strumento: in qualità di contenuto più dinamico della piattaforma è anche il più coinvolgente ed efficacie. Di conseguenza, in ogni piano promozionale che si rispetti non possono mancare Instagram Stories Ads.

Il procedimento su Business Manager è un po’ diverso e sicuramente meno immediato, ma una volta compreso il meccanismo della piattaforma ti basteranno pochi secondi per pianificare nuove campagne di inserzioni:

  1. Come prima cosa accedi con il tuo account a business manager;
  2. Sul menù che trovi a sinistra seleziona Inserzioni, poi Gestione Inserzioni;
  3. Qui potrai creare una nuova campagna pubblicitaria semplicemente cliccando sul pulsante verde in evidenza Crea;
  4. Business Manager ti chiederà subito di selezionare l’obiettivo della tua campagna. L’elenco è più vasto e scrupoloso rispetto a quello che ti propone Instagram sull’app, questo ti permetterà di pianificare una strategia ancora più mirata;
  5. Una volta selezionato l’obiettivo, ti si aprirà una nuova pagina con un form da compilare, sostanzialmente si tratta solo di dare un nome alla tua campagna in modo da poterla distinguere in futuro; clicca su Avanti;
  6. Compila il campo Budget e programmazione scegliendo l’ammontare di denaro che vuoi investire e la durata che desideri abbia la campagna;
  7. Compila il campo Pubblico inserendo i dati che definiscono gli estremi del tuo segmento target;
  8. Compila il campo Posizionamenti dove potrai decidere se affidarti alla piattaforma o decidere autonomamente quali mezzi utilizzare per promuovere i tuoi contenuti. Nello specifico, selezionando Posizionamenti manualipotrai impostare la tua campagna solamente su Instagram e sfruttarne strumenti specifici (Feed di Instagram, Esplora di Instagram, Instagram Stories);
  9. Nei passaggi successivi dovrai definire gli aspetti più creativi della campagna, come il formato dell’inserzione, i contenuti multimediali e il testo principale;
  10. Completa la tua inserzione cliccando sul pulsante Pubblica.

Sperando che questi consigli pratici ti siano stati utili, ti diamo appuntamento alla prossima puntata della rubrica #SMMTIPS!

 

Ottieni maggiori informazioni sulle nostre soluzioni di Customer Engagement e Data Visualization, scarica ora il Company Profile

‌‌

Grazie, tra poco potrai scaricare il company profile