Lettori e amici del blog Datalytics, benvenuti a questa nuova rubrica dedicata a trucchi, segreti e strategie del Social Media Marketing. Abbiamo scelto l’hashtag #SMMTIPS proprio per esplicitare l’obiettivo di svelare consigli pratici (e speriamo utili) per tutti i professionisti del marketing digitale. Una serie di guide settimanali pensate per chi ha degli obiettivi specifici da raggiungere e vuole capire quale strategia potrebbe risultare davvero vincente. Ad esempio, stai pianificando una campagna su Facebook ed il tuo obiettivo è aumentare le vendite sullo shop online? Vuoi capire meglio come funzionano certi meccanismi di Google Ads? Allora questo è il posto giusto per te. Iscriviti oggi alla nostra newsletter così da restare sempre aggiornato via email!

La scorsa settimana abbiamo parlato di Clubhouse, il social che ha spopolato nell’ultimo anno. Oggi affrontiamo insieme il tema degli ADV per i minori, quali sono i migliori, come sfruttare i limiti a proprio vantaggio e fare pubblicità etica.

Gamification 

Il termine corretto da utilizzare è advergame, ossia giochi interattivi finalizzati ad incoraggiare la diffusione di prodotti. Costituisce una forma di digital advertising efficace soprattutto in termini di memoria, dal momento che gli utenti associano al messaggio pubblicitario in-game, se non fosse che spesso gli utenti sono bambini e non riescono a comprendere la differenza tra annunci in app e il gioco stesso. Se ti interessa abbiamo approfondito l’argomento nell’articolo Gamification vs serious game.

Gamification advergame

Il mondo online dopo il 2020

La pandemia ha creato un cambiamento fondamentale nel modo in cui affrontiamo la nostra vita quotidiana. Con le restrizioni emesse in tutto il mondo per impedire la diffusione del virus, gli schermi sono diventati il mezzo per connettersi con il mondo esterno rimanendo al sicuro. Da FaceTime con la famiglia e gli amici a riunioni con i colleghi su Zoom, la nostra dipendenza dallo schermo ha raggiunto un nuovo massimo.

dad bambini online

Per i bambini, il tempo passato davanti allo schermo è passato da una ricompensa a una necessità. Un sondaggio effettuato a giugno 2020 ha rilevato che il 62% dei bambini di età compresa tra 14 e 17 anni ha trascorso più di quattro ore al giorno sui dispositivi, rispetto al 32% nei giorni precedenti al coronavirus. Ma tutto il tempo trascorso davanti allo schermo non è necessariamente una cosa negativa, fornisce un senso di normalità essendo lo sbocco principale per l’istruzione, la socializzazione e l’intrattenimento. Soprattutto, può rivelarsi un’opportunità da non sottovalutare per i brand.

I benefici dei videogame

Psicologi e genitori si sono resi conto che i videogiochi potrebbero fornire molti degli aspetti sociali ed educativi che i bambini avrebbero altrimenti perso durante la chiusura delle scuole. 

Uno studio della Columbia University del 2016 ha rivelato che i bambini di età compresa tra 6 e 11 anni che avevano un elevato utilizzo di videogiochi hanno ottenuto risultati migliori a scuola e avevano meno problemi con i coetanei rispetto ai bambini che non giocavano.

La chiave per garantire che i bambini imparino attraverso i videogiochi e abbiano esperienze online positive è assicurarsi che stiano giocando a giochi adatti alla loro età

Animal Crossing: New Horizons, un gioco destinato a giocatori di tutte le età, è esploso sulla scena dei videogiochi lo scorso anno. Il gioco evoca creatività e intraprendenza ed è la casa per una versione digitale della vita. I bambini che si stanno perdendo la possibilità di celebrare tutti i tipi di eventi della vita – dalle feste di compleanno alle cerimonie di laurea alle vacanze – stanno ricreando l’esperienza direttamente all’interno del gioco, mescolando ulteriormente la loro vita reale con il gioco.

Animal crossing bambini online videogame

Altri videogiochi più venduti stanno aiutando i bambini a far fronte in modi diversi. Just Dance 2020 invita i bambini a mostrare le loro mosse e ad impegnarsi in esercizi fisici. Madden NFL20 e NBA 2K20 stanno riempiendo il vuoto per i bambini a cui manca fare sport o assistere a partite dal vivo

Attraverso il gioco, i bambini imparano preziose lezioni su come socializzare, collaborare, negoziare e risolvere i problemi

Adv nei videogame

Sebbene l’82% dei genitori ritenga che i videogiochi possano ispirare i bambini a essere creativi e il 65% creda che i giochi possano migliorare le capacità sociali dei propri figli, i genitori hanno ancora dubbi su ciò a cui sono esposti i propri figli durante il gioco.

I contenuti pubblicitari diffusi tramite i videogiochi devono essere palesi, veritieri e corretti. Ciò significa che la pubblicità deve essere chiaramente riconoscibile ed identificabile come tale, omettendo qualsiasi tipo di messaggio subliminale o occulto, e non ingannevole, evitando dichiarazioni false o rappresentazioni che siano tali da indurre in errore i destinatari.

Benefici videogame bambini online

I più giovani non hanno le capacità cognitive per distinguere tra gli annunci in-app e il gioco stesso, soprattutto perché molti annunci in-app ad oggi sono mini-giochi. I bambini, quindi, scaricano inconsapevolmente app a pagamento

Come fare pubblicità etica per i bambini

I ragazzi sotto i 18 anni hanno un enorme potere di spesa, pari a 143 miliardi di dollari all’anno. Quasi il 90% dei genitori riferisce che i propri figli della Gen Z influenzano le decisioni di acquisto della famiglia e hanno voce in capitolo su quali marchi, rivenditori e caratteristiche dei prodotti sono importanti. Con il 70% di questa fascia di età che gioca regolarmente ai videogiochi, è facile capire perché gli inserzionisti si rivolgono ai bambini attraverso i giochi.

Tuttavia, ciò che gli inserzionisti devono tenere a mente, è che i bambini sono un ecosistema completamente diverso dagli adulti. Le leggi sulla privacy come GDPR-K richiedono l’utilizzo di soluzioni kid-tech che assicurano che i bambini rimangano completamente anonimi e non monitorati.

gen z online bambini videogame

L’audience under 16 rappresenta ormai quasi il 40% di tutti gli utenti di Internet e negli ultimi anni si è assistito a una consapevolezza molto maggiore di questi due pubblici discreti.

I brand che non vogliono allontanare i genitori ma vogliono comunque entrare in contatto con i bambini in modo amichevole e significativo possono rivolgersi a una soluzione alternativa: annunci di gioco misti. Il formato misto significa che gli annunci non sono cliccabili, ma visibili solo durante il gioco. Il risultato è l’esposizione ad annunci pubblicitari con l’unico scopo di aumentare la consapevolezza del marchio.

I prossimi sviluppi

Nel prossimo futuro, verranno messe in atto normative per proteggere ulteriormente i bambini e far risparmiare ai genitori milioni di dollari in acquisti in-app indesiderati, ma ci vuole sempre tempo prima che le leggi raggiungano i progressi tecnologici. Nel frattempo, gli inserzionisti che vogliono mettere i loro marchi e prodotti di fronte ai bambini hanno una scelta: continuare sul percorso immorale o provare qualcosa di nuovo e sperimentare con annunci che hanno un impatto, mantenendo i bambini al sicuro.

Non bisogna dimenticarsi dei dati!

La crescente mole di dati in possesso delle aziende, sta assumendo un ruolo sempre più rilevante nelle logiche di Marketing e Advertising. In tal senso, il Mobile può diventare un tassello importante della data strategy dell’impresa, grazie alla possibilità̀ di raccogliere dati attraverso lo smartphone e di veicolare iniziative personalizzate data-driven (essendo l’unico device realmente personale). Datlytics offre soluzioni specifiche pensate sia per l’analisi dei dati derivanti dagli adv online, sia per le strategie e le opzioni possibili di gamification. Vai a dare un’occhiata!

Le tecnologie fornite dalla suite Datalytics ENGAGE permettono ai brand di tutte le industries di predisporre landing page completamente customizzabili dove inserire diversi format di engagement e gamification, ad esempio:

  • Flock to Unlock, invitando i consumatori a sbloccare contenuti esclusivi con un’azione legata all’obiettivo di marketing individuato;
  • Sondaggi e Q&A, attivando i consumatori con il lancio di sondaggi e votazioni istantanee durante eventi e dirette TV;
  • Social Live Printer, coinvolgendo i partecipanti nella produzione di contenuti fotografici da stampare live durante un evento.

Sperando che questa guida sia stata utile, ti diamo appuntamento alla prossima puntata della rubrica #SMMTIPS!

Ottieni maggiori informazioni sulle nostre soluzioni di Customer Engagement e Data Visualization, scarica ora il Company Profile

‌‌

Grazie, tra poco potrai scaricare il company profile